LA DOPPIA VITA DELLE COSE
Questo laboratorio pone l’attenzione su un tema molto attuale: l’importanza  dei rifiuti ed il loro riutilizzo. I ragazzi si dedicheranno alla trasformazione di oggetti che li accompagnano ogni giorno: bottiglie di plastica, lattine, giornali, volantini pubblicitari, rotoli di carta, ecc. Con l’ausilio di semplici strumenti e attraverso facili tecniche di lavorazione, selezioneranno questi materiali, ormai considerati rifiuti, per trasformarli in oggetti unici e di valore.

LA FAUNA NEL PARCO
I ragazzi attraverseranno un sentiero montano, utilizzato un tempo dai pastori per la transumanza che conduce alle capannine di avvistamento, da dove è possibile osservare i cervi che dal 2002 sono stati reintrodotti. Qui, grazie alle guide specializzate, verranno spiegate ai ragazzi le abitudini ed i comportamenti dei cervi. In seguito saranno coinvolti in un gioco molto divertente che servirà a rendere ancora più marcate le nozioni apprese durante la lezione.

IL GUERRIERO
Dopo aver visitato il Museo Archelogico di Castrovillari, ai ragazzi saranno fornite alcune informazioni sui diversi guerrieri del mondo antico. Sulla base delle nozioni apprese, si divideranno in gruppi ai quali verrà assegnata una diversa  tipologia di guerriero. Ogni squadra avrà il compito di “rivestire” il proprio guerriero con il corretto armamento. Spirito di squadra, attenzione e  memoria saranno strumenti importanti per vincere la sfida.

TROVA IL TUO MURALES
Nel centro storico di Diamante, decorato con i suoi numerosi murales, i ragazzi inizieranno la visita seguendo le indicazioni della guida, che illustrerà i principali e più importanti murales presenti. Finita la visita, i ragazzi saranno coinvolti in una vera e propria gara di memoria ed abilità, dovranno andare a caccia dei murales con l’ aiuto di alcuni indizi. Sarà una gara divertente che farà stare i ragazzi con il naso all’insù per tutto il tempo della loro ricerca.

ARTISTI PRIMITIVI
Fin dal Paleolitico l'uomo, attraverso disegni, pitture ed incisioni su roccia, rappresentava pensieri ed aspetti della propria vita quotidiana. Al di là delle loro motivazioni (rituali, propiziatorie, ecc.), esse rappresentano le prime espressioni d'arte. Dopo la visita della famosa Grotta del Romito, i ragazzi inizieranno un'attività di laboratorio che li porterà indietro nel tempo trasformandoli in artisti del Paleolitico così da mettere in pratica le tecniche apprese.

GIOCHI TRADIZIONALI
Attraverso questa attività i ragazzi avranno modo di riscoprire i giochi di una volta e di conoscere come si divertivano i nostri nonni prima dell’avvento dei giochi moderni. Divisi in squadre si cimenteranno nei giochi più comuni. Si porrà l’attenzione sul ruolo sociale dei giochi tradizionali nel passato, del loro ruolo fondamentale nell’aggregazione e nello svago dei più piccoli, in un’era dove la strada era l’unico ed il solo luogo di ritrovo per eccellenza.

CHIAVI DICOTOMICHE
Uno tra i laboratori più interessanti volto alla scoperta della fauna che caratterizza il territorio. Attraverso la visita del Centro Studi Naturalistici "Il Nibbio" a Morano Calabro, i ragazzi avranno modo di conoscere il mondo animale e vegetale del comprensorio del Parco Nazionale del Pollino. Conclusa la visita, con l'ausilio di chiavi dicotomiche, dovranno classificare alcune delle specie animali che avranno avuto modo di osservare durante la visita nel Centro.

FOTOTRAPPOLIAMO
Consiste nel posizionamento di una stazione fotografica collegata ad un sensore che rileva il passaggio di un animale davanti all'obbiettivo. I ragazzi verranno condotti nel bosco dove verrà spiegata loro questa tecnica ed il suo utilizzo. Si passerà poi all' installazione delle fototrappole che serviranno alla cattura video-fotografica degli animali. Nel corso di questa attività i ragazzi impareranno alcuni dei comportamenti degli animali presenti nel Parco.

MANI NELLA MARMELLATA
Dal legame tra territorio, tradizioni, usi e abitudini gastronomiche, Casamaierà, ne ha fatto una precisa filosofia aziendale. Valorizzando antiche ricette e risorse locali, con passione, ha prodotto autentici gioielli gastronomici. I ragazzi avranno modo di scoprire, conoscere e degustare alcuni tra i prodotti tipici del territorio del Parco Nazionale del Pollino. Apprenderanno i processi di lavorazione  ed avranno la possibilità di confezionare alcuni prodotti da portare a casa.

ASTROLABIO
Un’attività serale dove i ragazzi avranno modo di imparare ad osservare le stelle ed i pianeti presenti nell’universo. Costruiranno un semplice strumento denominato «Astrolabio». Un antico strumento astronomico tramite il quale è possibile localizzare o calcolare la posizione di corpi celesti, capace anche di determinare l'ora locale conoscendo la latitudine, o viceversa. Nell’oscurità della notte, muniti di torce, impareranno l’utilizzo di questo singolare strumento.

AZ. AGRICOLA CAMPOTENESE
La costruzione della prima stalla avviene nel 1981 segnando l’inizio di una nuova era nel settore dell’allevamento, consentendo di ottenere risultati di altissima qualità nella produzione del latte, dei suoi derivati e non solo. I ragazzi saranno accompagnati in un percorso dalla materia prima ai prodotti finiti, avranno modo di osservare gli animali presenti in azienda, conosceranno le fasi di produzione, seguiranno i vari processi e le diverse lavorazioni.

ARALDICHIAMO
I ragazzi scopriranno l'Araldica, lo studio del blasone, cioè degli stemmi che caratterizzano molti dei centri storici. È quel settore del sapere che ha lo scopo di individuare, riconoscere, descrivere e catalogare gli elementi grafici utilizzati, per identificare in modo certo una persona, una famiglia, un gruppo di persone o una istituzione. I ragazzi avranno modo di conoscere questo mondo e saranno coinvolti in attività legate a questo settore.

CACCIA AL RIFIUTO
Sarà una gara divertente, i ragazzi muniti di cartina, dovranno individuare dei punti di interesse dove recuperare alcuni sacchetti contenenti dei rifiuti che andranno poi ad utilizzare durante l’attività di laboratorio. Verranno date ai ragazzi nozioni ed informazioni sul riciclo e sulla biodegradabilità di oggetti di uso e consumo quotidiano. Capiranno come l'abbandono irresponsabile dei rifiuti provochi danni irreparabili alla natura ed all’ambiente circostante.

TRADIZIONALMENTE CALABRESE
L'intera giornata sarà dedicata alla visita di Maierà, paese del Parco Nazionale del Pollino. Qui i ragazzi avranno modo di assaggiare i prodotti tipici del luogo e si cimenteranno nella realizzazione di un'oggetto molto particolare e dolce che porteranno a casa come ricordo. Impareranno a realizzare un formato di pasta tipica calabrese, di tradizione contadina, che sarà degustata a pranzo. Sarà una divertente scoperta che richiederà manualità ed impegno.

SORGENTE MERCURE
La più grande sorgente del Parco Nazionale del Pollino. Qui si porrà l'attenzione sul ciclo dell'acqua e sui suoi utilizzi. I ragazzi saranno sensibilizzati sullo spreco dell’acqua e sui modi per evitarlo. Si avrà la possibilità di visitare lo Stabilimento dell'Acqua Minerale San Benedetto, azienda leader nel settore. Si scopriranno i vari processi produttivi e le apparecchiature di ultima generazione che permettono l’imbottigliamento delle acque di questa sorgente.

RICOMPONIAMO IL CORREDO
Un tuffo nel passato porterà i ragazzi a ritroso nel tempo. Tramite questa attività avranno un compito molto particolare: ricostruire i corredi di popolazioni diverse, individuando e catalogando i diversi oggetti riprodotti. La location di questo laboratorio sarà il Museo di Blanda. L'esposizione museale racconta la storia insediativa del territorio a partire dalla preistoria. Illustra, il popolamento di epoca arcaica riferibile agli Enotri e la nascita di Blanda.

Questo sito utilizza anche cookie di profilazione per inviarle pubblicità e servizi in linea con le sue preferenze. Per saperne di più consulti la nostra Cookie Policy. Proseguendo la navigazione acconsente all'uso dei cookie.