CASTROVILLARI
Importante e suggestiva cittadina adagiata alle falde del Pollino. Il suo nucleo abitato si estende su due parti: la parte antica con i suoi eleganti monumenti, chiamata Civita, e la parte nuova ricca di moderni quartieri, ubicata in una vasta conca ai piedi del Monte Pollino. Passeggiata nell’area circostante al Castello Aragonese e nei vicoli dell'antica “civita”, passando per la chiesa della Trinità si raggiungerà il Protoconvento Francescano.

CIVITA
Posta nella Riserva Naturale Gole del Raganello, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, Civita fa parte delle comunità albanesi d'Italia che conserva meglio le tradizioni culturali e religiose della madrepatria. Annoverata tra "I Borghi più belli d'Italia", vanta un paesaggio tra i più caratteristici della Calabria. Si visiterà il Belvedere di Civita sul canyon del torrente Raganello, uno degli scorci panoramici più spettacolari del Parco ed il suo caratteristico centro storico.

ECOMUSEO
Sito nella Sede del Parco Nazionale del Pollino nel comune di Rotonda, l'Ecomuseo incarna l'intero patrimonio del Parco: dalla flora alla fauna, dalla cultura alle tradizioni. Il percorso espositivo coinvolgerà i ragazzi in un'affascinante viaggio alla scoperta di quest’area protetta grazie a supporti espositivi e tecnologie innovative basati sui nuovi linguaggi della comunicazione museale, ricostruzioni in grafica 3D, ambientazioni tattili, visive ed auditive.

FRASCINETO
Adagiato alle falde del Monte Pollino e importante centro arbëreshë, Frascineto conserva ancora la lingua, la cultura, le tradizioni e le funzioni religiose del rito bizantino. Si visiterà il museo del costume albanese; una rassegna del costume arbëresh in una collezione espositiva di ben 56 capi in miniatura. Un viaggio nell'Arbëria, attraverso il linguaggio del costume, alla riscoperta dell'identità culturale di un popolo che affonda le sue radici nell'area balcanica.

MORANO CALABRO
Borgo medievale tra i più belli e suggestivi della Calabria, il paese di Morano Calabro nel 2003 è entrato a far parte dei "Borghi più belli d'Italia". Nel suo centro storico, ai piedi del Castello Normanno, nasce il centro studi naturalistici “Il Nibbio”, un centro visite che espone nelle sue molteplici ed antiche strutture meravigliose collezioni naturalistiche che mettono in luce la natura nel contesto architettonico ed antropologico di questo paese.

PRAIA A MARE
Cittadina marinara impreziosita dalla presenza dell'Isola di Dino, definita lo scoglio più grande del Mediterraneo. Si visiterà il centro storico ed il suggestivo Santuario della Madonna della Grotta, incastonato in tre cavità rocciose, raggiungibile salendo una rampa pavimentata con ciottoli di mare. Dall'apertura della grotta si può ammirare una fantastica visione panoramica di Praia a Mare, dell'Isola di  Dino e del golfo di Policastro.

ORSOMARSO
Antico paese del Parco Nazionale del Pollino. Si visiterà il centro storico con la sua suggestiva Grotta della Madonna e la Torre dell’Orologio. Si concluderà la visita immergendosi in un piccolo miracolo della natura, la Valle del Fiume Argentino. Contemplare le meraviglie che la natura è stata in grado di creare qui, è un’esperienza a dir poco unica ed entusiasmante. Le sensazioni che trasmette questo paradiso in terra costituiscono un autentico privilegio.

MAIERA’
Grazioso paesino appollaiato su uno sperone roccioso dalle caratteristiche case armoniosamente affiancate. Affacciarsi dal belvedere a strapiombo sul vallone e vedere sullo sfondo l'abitato di Grisolia è un'esperienza unica. Il centro è caratterizzato da numerosi portali in pietra e da suggestivi archi. La principale testimonianza architettonica del paese è rappresentata dal Palazzo Ducale che attualmente ospita il Museo del Peperoncino, unico nel suo genere.

PIANI DI RUGGIO
Un’ escursione naturalistica nel “cuore” del Parco, che consente di conoscere l'ambiente della Faggeta ed il Pino Loricato. Si attraverseranno verdi praterie, si osservano i fenomeni carsici, si raggiungerà il Belvedere, un terrazzo panoramico utilizzato in passato come stazione della teleferica per il trasporto del legname. Dal terrazzo è possibile vedere la piana di Castrovillari ed i costoni rocciosi di Serra del Prete dove sono localizzati alcuni Pini Loricati.

PAPASIDERO
Piccolo paesino collinare, Papasidero conserva tracce dell'uomo risalenti al Paleolitico superiore, attestati dai rinvenimenti effettuati nella famosa Grotta del Romito. Durante gli scavi archeologici sono state rinvenute tre duplici sepolture e molti reperti litici e ossei. Su un macigno calcareo, posto all'imboccatura della grotta si potrà ammirare lo splendido graffito raffigurante un bovide, dal nome scientifico Bos Primigenius.

MORMANNO
Nel cuore del Parco Nazionale del Pollino si trova il borgo di Mormanno. Tra i caratteristici vicoli, svetta sontuosa la chiesa di Santa Maria del Colle, una vasta costruzione a tre navate, senza dubbio il monumento più suggestivo ed imponente del centro storico. Molte sono le caratteristiche di Mormanno, dai portali in pietra alle cappelle, ai palazzi nobiliari. Dopo la visita, breve sosta per assaggiare ed assaporare il famosissimo “bocconotto” di Mormanno.

VIGGIANELLO
Incastonato tra le montagne più alte del Parco Nazionale del Pollino, il borgo di Viggianello, si sviluppa a ridosso di uno sperone roccioso ricoprendo una posizione suggestiva e dominante dell'intera Valle del Mercure/Lao. Le bellezze paesaggistiche e le numerose testimonianze storico artistiche rendono questo luogo scrigno di arte, di storia e di tradizione. Il borgo antico è ricco di  portali lavorati in pietra, oltre alle molte chiese ed ai palazzi antichi.

TORTORA
Il suo territorio prevalentemente collinare è incluso in gran parte nel Parco Nazionale del Pollino. Erede della città enotria, lucana e romana di Blanda, Tortora ospita nel suo caratteristico centro storico il famoso Museo Archeologico di Blanda. Oltre ai reperti delle varie epoche storiche sono presenti efficaci pannelli didattici e interessanti ricostruzioni di ambienti che rendono la visita un’ esperienza piacevole ed  educativa.

ROTONDA
Sede del Parco Nazionale del Pollino, il centro si presenta come un groviglio di vicoli che a poco a poco si dipanano in suggestivi scorci segnati da opere in pietra, come le ripide scalinate che si inerpicano fino alla parte alta del paese. Singolare è il Museo Naturalistico e Zoologico che custodisce lo scheletro quasi completo di un Elephas antiquus e la mandibola incompleta di un Hippopotamus amphibius, rinvenuti nella Valle del Mercure.

Questo sito utilizza anche cookie di profilazione per inviarle pubblicità e servizi in linea con le sue preferenze. Per saperne di più consulti la nostra Cookie Policy. Proseguendo la navigazione acconsente all'uso dei cookie.